T SPOON
è l’idea di un piccolo strumento che attraversa i territori urbani indagando modi e forme dell’abitare contemporaneo.

 

T SPOON opera all’intersezione di tre elementi: città, paesaggio e infrastruttura. La città è paesaggio, il paesaggio è infrastruttura, l’infrastruttura è città: il cerchio si chiude, l’urbanità è pronta ad un nuovo livello di sviluppo. Architecture becomes Environment.

 

L'obiettivo della sperimentazione di T SPOON è la creazione di microenvironments.

Prendendo spunto dalla biologia e dall'astronomia, crediamo che il processo progettuale debba focalizzare sull'interazione tra strategie urbane alla grande scala e la natura minuta e molteplice delle condizioni della vita contemporanea.

Un microenvironment è il risultato di una rete di relazioni complesse tracciate su un telaio di semplici regole strategiche. Queste regole operano a scale differenti e si relazionano con i vari campi della conoscenza: si occupano di questioni politiche e costruttive, utilizzano strumenti spaziali ed economici, forniscono risposte sociali ed ambientali.

Consideriamo il progetto come una griglia aperta di possibilità in grado di catalizzare mutazioni, trasformazioni e riappropriazioni in un processo dialettico continuo tra lo spazio e gli abitanti.